Il Trionfo della Gnosi Universale

Categorie

Visti di recente

Products not found

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Il Trionfo della Gnosi Universale

La religione dello Spirito consolatore e purificatore, vecchia come il dolore e il male di cui vuole guarire le ferite, risale agli albori del mondo.

20,00

Disponibilità: Disponibile

Codice: 1053
Area tematica:
Casa editrice:
Antonin Gadal è nato nel 1877 a Tarascon, nel sud della Francia. La sua casa natale si trovava accanto a quella dello storico Adolphe Garrigou (1802-1897), con il quale ebbe uno stretto contatto già da bambino. Garrigou, che conosceva la storia dell'Occitania nei minimi dettagli, raccontava al ragazzo curioso la storia dei Catari, della loro fede, della loro chiesa e della loro persecuzione da parte dell'Inquisizione. In origine maestro di scuola, Antonin Gadal divenne in seguito direttore e guida dell'ente turistico di Ussat Ornolac, dove conduceva i visitatori attraverso le famose grotte Pyrénéennes, un tempo abitate dai Catari, dalla grotta probabilmente più conosciuta, Lombrives, fino a una serie di grotte più piccole e inesplorate. Gadal era convinto che queste piccole grotte formassero un sistema di luoghi di iniziazione della Comunità catara. Riuscì ad accedere a zone le cui pareti erano coperte da raffigurazioni del Graal, di divinità egizie, di una colomba, considerata dai Catari come un simbolo dello Spirito Santo. Antonin Gadal rese queste aree accessibili anche ai turisti o alle persone interessate. Nei suoi scritti, racconta le diverse tappe che l'aspirante spirituale doveva attraversare prima di poter essere consacrato nel sacerdozio cataro come "Consolato" (colui o colei che ha ricevuto il Consolamentum), e parla dei legami che collegavano i Catari con gli antichi Misteri ermetici degli Egizi. Egli spiega l'intero processo di iniziazione attraverso le diverse grotte nel suo libro "Sul Cammino del Santo Graal", pubblicato da Edizioni Rosacroce. Nel 1956, Gadal incontrò Jan van Rijckenborgh e Catharose de Petri, con i quali continuò il lavoro gnostico, rimanendo strettamente legato alla Scuola Spirituale della Rosacroce d'Oro fino alla sua morte nell'anno 1962. Il suo lavoro è riconosciuto a livello internazionale. Aprì il Centro Galaad nel 1958 e un Museo del Catarismo a Ussat les Bains. In questo periodo scrisse anche "L'Eredità dei Catari".

Bentornato!