Sette Voci Parlano

Categorie

Visti di recente

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Sette Voci Parlano

Possa essere chiaro ai lettori quanto segue: colui che prende la decisione per la resa dell’io e si dona volontariamente all’atomo originale – alla Rosa del cuore – si collega con la Luce universale.

9,00

Disponibilità: Disponibile

Codice: 1036
Area tematica:
Casa editrice:
Catharose de Petri, nome iniziatico di Henriette Stok Huyser (Rotterdam 1902 – Caux 1990). Parlava poco di sé ed era estremamente modesta; già nei suoi primi anni era consapevole del compito della sua esistenza e all'età di 28 anni, nell'anno 1930, si unì a Jan van Rijckenborgh e a suo fratello Zwier Willem Leene nel loro lavoro spirituale. Divenne la principale collaboratrice di Jan van Rijckenborgh. Nel corso dei decenni successivi, il loro lavoro portò alla creazione della Scuola della Rosacroce d'Oro e alla sua trasformazione in Scuola Spirituale trasfiguristica, che oggi è rappresentata in diversi paesi del mondo. Insieme scrissero una serie di libri, sui principali temi ermetici e gnostici, in un linguaggio accessibile all'umanità del XX secolo. Insieme realizzarono anche un passo importante nel loro sviluppo spirituale personale e in quello della Scuola della Rosacroce quando, nel 1956, si incontrarono con Antonin Gadal (1877-1962) a Ussat les Bains, nel sud della Francia. Questo incontro portò ad una stretta connessione con l'eredità spirituale della Fraternità dei Catari. Dopo la morte di Jan van Rijckenborgh nell'anno 1968, Catharose de Petri continuò l'opera e guidò, fino alla sua morte nel 1990, la Scuola della Rosacroce d'Oro - ormai internazionale - con il sostegno di una cerchia di allievi. Nella la sua opera, Catharose de Petri fornisce molti elementi preziosi per la riflessione e la pratica spirituale nella vita quotidiana. In primo piano pone sempre e di nuovo la purificazione del cuore come condizione necessaria per il cammino gnostico di sviluppo spirituale, invitando i suoi lettori alla realizzazione di questo processo che va di pari passo con quello che i Catari chiamavano "Endura", ovvero il rinnovamento completo della coscienza grazie all'Anima Nuova.

Bentornato!